Le emorroidi non vanno in vacanza: consigli utili per chi ne soffre

In estate si va in vacanza, si cambiano le abitudini alimentari, si suda di più, si sta più seduti soprattutto in occasione degli spostamenti per affrontare lunghi viaggi. Sono alcuni dei motivi del riacutizzarsi spesso di emorroidi, trombosi esterne e ragadi.

Un problema che chi ne soffre conosce bene.

Ecco qualche consiglio utile, a cura del proctologo del Poliambulatorio Physiomedica di Faenza, dott. Arturo Lattuneddu:

Prima di tutto bere molto, fino a due litri di liquidi al giorno. Aiutatevi con spremute e succhi di frutta o comunque inserite nella vostra alimentazione, e non solo d’estate, frutta e verdura che ne contengono abbastanza.

Meglio dare priorità alla frutta di stagione, una buona abitudine sempre e che verrà in aiuto a chi soffre di problemi di emorroidi.

“Chi mangia e beve correttamente è già a metà strada”.

Qualche consiglio al di fuori della stagione:

  • Non sottovalutare mai le perdite di sangue in presenza delle quali è sempre bene rivolgersi a un proctologo per una visita di controllo.
  • Se avete superato i 50 anni e siete stati chiamati dalla regione per il controllo del feca test, non ignoratelo e rispondete alla chiamata
  • Trascorrere molto tempo ‘seduti’ in bagno al contrario di quello che possiate pensare non è una buona abitudine.

Per tutti gli altri dubbi, per richiedere una visita di controllo è possibile contattare il Poliambulatorio al numero 0546- 622031.