G-Test – Test prenatale non invasivo

Test prenatale non invasivo (DNA fetale da sangue materno)

Il G-test è un’analisi prenatale non invasiva per la valutazione delle principali malattie cromosomiche.

Da un semplice prelievo di sangue materno, sin dalla 10° settimana di gestazione, è possibile ottenere importanti informazioni sulla salute del feto, senza compromettere in alcun modo la gestazione (nessun rischio abortivo è connesso alla metodica).

Il campione raccolto presso PhysioMedica è spedito direttamente all’Università di Roma Tor Vergata nei laboratori di Bioscience Genomics, dove il G-test viene eseguito. I risultati sono pronti in circa 7 giorni lavorativi (esistono talvolta delle condizioni che possono comportare il prolungamento delle tempistiche standard).

 

Il DNA fetale libero, sequenziamento e affidabilità

Fin dalle prime settimane di gestazione, il DNA del feto circola ne sangue materno sotto forma di frammenti. Queste porzioni di DNA libero rappresentano il materiale che viene utilizzato per l’esecuzione del G-Test.

Grazie al sequenziamento di nuova generazione (NGS), i frammenti di DNA libero appartenenti ad un determinato cromosoma vengono ordinati e confrontati quantitativamente con quelli normalmente presenti in un individuo sano per definire il rischio (alto o basso) che il feto possa essere affetto dalle anomalie cromosomiche oggetto del test.

Il Gtest ha una sensibilità maggiore del 99% (capacità di individuare correttamente un feto affetto dalle anomalie genetiche oggetto del test) e le ottime performance del G-test, sia nelle gravidanze a rischio, sia nelle gravidanze non a rischio, sono state confermate con la pubblicazione del più ampio studio al mondo riguardante un test non invasivo su DNA fetale.

Per chi è indicato

Gravidanze a rischio oppure familiarità per le aneuploidie

Gravidanze in cui la diagnosi prenatale invasiva è controindicata

Gravidanze singole o gemellari in cui non si intende eseguire test invasivi

Gravidanze singole o gemellari da fecondazione assistita (omologa o eterologa)

Gravidanze con esito di alto rischio ai test prenatali su base statistica

 

Scopri di più http://www.genbio.it/?p=gtest#gt1